Idee Sommerse

Ombre

Il crepuscolo stava lasciando il posto ad una notte piena di stelle, decisamente differente da quella tempestosa appena passata.

Eppure l’odore del terreno baciato dalla pioggia la rilassava, come quello della salsedine sulle coste a nord di Merylsward, dove le onde d’inverno erano alte come montagne.

Da bambina adorava immaginarsi come una principessa,prigioniera sulla costa in attesa di essere liberata da un prode cavaliere. Sono passati anni, ed anche tanti cavalieri ma nessuno che potesse ricordare era degno di chiamarsi prode: maiali, porci,bastardi… ma di sicuro nessun salvatore con il cavallo bianco ed il capello pulito.

Tellyn non sfuggiva a quella regola: gli uomini erano superficiali ed avevano addosso solo l’odore del bestiame e delle puttane, ma potevano ritenersi fortunati. Campi rigogliosi, un fiume che portava acqua fresca ed una Divinita’ in cui credere nei momenti di bisogno. L’ abbazia era come un’estensione della mano di Ilmater sopra quell’accozzaglia di bifolchi, che consumavano le loro vite stancamente giorno dopo giorno.

Ma una mano che affonda nel fango e’ e rimane una mano sporca che va lavata e ripulita prima di poterne apprezzare di nuovo calore e carezze.

Sorrise, staccando un pezzo di carne salata con il suo inseparabile pugnale d’argento ricurvo.
Ottima fattura, lama forgiata nelle sabbie dell’Aerenal.
Il mercante a cui l’avava “preso in prestito” mai e poi mai avrebbe pensato che quel magnifico pugnale da oltre 700 monete d’oro sarebbe servito per tagliare carne o formaggio.

Sorrise sotto il cappuccio della tunica da frate, un piccolo regalo dell’abbazia; in fin dei conti, se la vita non fosse ogni tanto ironica non avrebbe avuto alcun senso percorrerla.
Pugnali e tuniche monacali, che dolce accoppiata, ma ora era il momento di muoversi e svolgere il compito per cui era stata lautamente pagata.

Con un agile salto scese dal tetto atterrando morbidamente nel soffice fieno di un carro parcheggiato dietro la capanna su cui era appollaiata pochi istanti prima.

Il pensiero viaggiava verso il dogma di Ilmater:

Aiuta chiunque stia soffrendo, a prescindere da chi sia. I veri santi sono quelli che fanno proprie le sofferenze degli altri. Se soffri in suo nome, Ilmater sarà al tuo fianco per aiutarti. Lotta per i tuoi ideali se sono giusti, a prescindere dalle sofferenze e dai pericoli. Non c’è vergogna in una morte che abbia avuto un significato. Opponiti a tutti i tiranni, e non permettere che le ingiustizie rimangano impunite. Dai più importanza alla dimensione della vita che all’esistenza materiale del corpo.

Piu’ e piu’ volte lo aveva sentito decantare durante le ore di preghiera a Nazzaro, e trovava il dogma cosi’ calzante… l’importanza della dimensione della vita rispetto all’esistenza materiale, un’esistenza che di li a poche ore in molti avrebbero perso tra le fiamme.

Inizio’ ad incamminarsi verso l’abbazia ed inizio’ a fischiettare.

Dalla parte opposta della strada che costeggiava i campi ed il fiume che portava a Nazaro incrocio’ un manipolo di strani individui, due uomini, un halfling ed uno gnomo, che stavano dirigendosi verso Tellyn discutendo animatamente sulla poverta’ del gusto della birra locale.

‘’Appena in tempo per non lasciare l’esistenza materiale, viandanti’’ — penso’.

Oh aspetta! erano loro! gli uomini del Vescovo! Chissa’ cos’era che li aveva ridotti cosi’ malconci, soprattutto l’uomo nel carretto.

Non si accorsero di lei, in fondo non farsi notare era parte del suo lavoro.
Il rumore degli zoccoli era sempre piu’ lontano e si volto’ per donar loro uno sguardo di commiato.
In effetti se lo meritavano, non erano degli sprovveduti: aveva rischiato di farsi scoprire il giorno prima mentre cercava di spiarli durante le loro indagini.

Ma poco importava, non era successo in fondo!

Torno’ a fischiettare con noncuranza: ‘’Forza, c’e’ una mano da lavare! Che Ilmater abbia in gloria i suoi fratelli’’.

Comments

Alessandro_Master sh0uzama

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.